si comincia scrivendo


Cazzo, parlo e scrivo l’italiano, o almeno ci provo,  grande problema per chi non ha nazionalità e non conosce lingua. La domanda, comunque resta, con chi parlo?

C’è gente che non ascolta, altra che non capice.

Il cerchio si chiude ma noi ne siamo sempre vittime e complici di una una geometria di per  se perfetta ma allo stesso tempo astratta.

Ho davero biasogno di capire, ma non ci riesco e temporeggio, passo il tempo a lavorare, poi fisso la parete e poi le stelle, se ce ne sono.

Che cazzo di nome è fotorender?

Ha senso? Se fossi meno pigro lo avrebbe eccome.

Annunci
Published in: on luglio 13, 2013 at 10:42 PM  Lascia un commento  

Passano gli anni..


Passano gli anni e mi accorgo che fra i mille progetti ne dimentico sempre 999, fra questi ovviamente c’è anche quello del blog, che avevo cominciato con entusiasmo in una calda estate del 2011, se non sbaglio. 

La paternità e il lavoro occupano gran parte de mio tempo, i miei infiniti interessi mi confondono e mi rendono schiavo di una continua ricerca che al momento reputo produttiva, anche se in pratica tendo sempre più a dissociarmi dalla realtà che mi annoia e dato che mi annoio facilmente me la spasso nel mio mondo, che avrei voluto e voglio ancora condividere con chi come me chiude gli occhi ma non smette mai di pensare. 

Il prossimo step sarà condividere ciò che ho imparato, perché se ho imparato qualcosa lo devo a chi ha voluto condividere con me. Credo che tutti dovremmo farlo a prescindere. 

Auguro il meglio a chiunque legga quanto scritto. 

Andrea.

Published in: on luglio 7, 2013 at 6:21 PM  Lascia un commento  

Shutterstock una vera e propria droga


Nonostante sia riuscito a farmi approvare solo 4 fotografie (me la cavo meglio con i render), Shutterstock rimane in assoluto, fra tutti i siti di microstock ai quali sono iscritto, il migliore e sopratutto il più PAGANTE.

In poco più di 12 mesi ho già incasssato qualcosa come 1700 US Dollars, che in effetti non sono tantissimi specie se li convertiamo in Euri, la mia galleria o se preferite “portfolio” conta circa 1000 Immagini ma immagino che se avessi dedicato più tempo a questo che potrebbe considerarsi un vero e proprio mestiere, forse adesso guadagnerei molto di più dei 100 \ 160 $ al mese che comunque non sono affatto male.

Come Funziona? E’ Semplice, anzi no all’inizio è un po’ frustrante, l’interfaccia diventa amica con un po’ di cazzeggio e pazienza.

Una volta completata l’iscrizione come contributori, il sito vi chiederà di caricare almeno 10 immagini che saranno il vostro biglietto d’ingresso, dato che verranno

valutate dai revisori del team di New York. Le immagini dovranno avere dei requisiti minimi che sono ben evidenziati nella pagina di upload, ma date retta a me,

non scoraggiatevi se all’inizio verrete “bocciati” è normale, la qualità e l’originalità verranno premiate, bisognerà perseverare un po’, anche se ripeto per me che ho cominciato con i render credo che sia stato un po’ più semplice, ma in effetti se preferite, ben vengano anche le illustrazioni!

Grazie ad un mio amico con un po’ di “studio” sulle immagini più vendute su questi siti di microstock ho notato che le immagini più vendute sono tutte quelle foto che hanno un senso concettuale, immaginate una mano aperta con dei chicchi di grano per esempio..

Caricare la foto della vostra playstation ( a proposito attenti ai brand che non devono essere identificabili altrimenti andrete inconto a violazioni si copyright e le vostre fote verranno automaticamente scartate) non alzerà le probabilità di vendita, concentratevi su soggetti concettuali e sopratutto originali.

Qui ho postato il riepilogo di immagini vendute questo mese, ad oggi sono a 93.92$, considerato che siamo al 15 ho ancora 2 settimane per sperare in meglio, comunque un piccolo suggerimento che mi do e vi do è quello di tenere il profilo sempre aggiornato caricando costantemente.

Andrea Crisante.